Una “TRE GIORNI” incredibile!

salute donna

Il weekend appena passato ha visto susseguirsi, un giorno dopo l’altro, tre momenti incredibili per noi e la nostra società.

Nell’ordine:

  • sabato 21 Aprile 2018: 3^ GIORNATA NAZIONALE DELLA SALUTE DELLA DONNA
  • domenica 22 Aprile 2018: GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA
  • lunedì 23 Aprile 2018: GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE

Tre temi così importanti in un colpo solo hanno avuto grande riscontro e ci forniscono sempre molti dati su cui riflettere. Vediamoli insieme!

Sabato 21 Aprile: 3^ Giornata Nazionale della salute della donna

Promossa dal Ministero della Salute, insieme alla Fondazione Atena Onlus, tocca i temi della violenza sulle donne e disturbi dell’alimentazione oltre al grande tema della prevenzione e degli stili di vita. In oltre 150 strutture sanitarie di tutta Italia ci sono state iniziative di sensibilizzazione e prevenzione organizzate dalle principali associazioni, società scientifiche e istituzioni territoriali che si occupano a vario titolo della promozione della salute della donna. Iniziative che proseguiranno comunque anche oltre la Giornata stessa.

Sono stati presentati i dati sui disturbi dell’alimentazione e dati ISTAT sulla prevenzione e stili di vita (facendo riferimento all’attività fisica, alimentazione, sovrappeso e obesità, alcol e fumo). I dati sono un po’ preoccupanti.

  1. DISTURBI DELL’ALIMENTAZIONE: in Italia più di 3 milioni di persone sono affette da Disturbi dell’Alimentazione (DA) e il 95,9% sono donne!
  2. ATTIVITA’ FISICA
    Nel 2016, il 39,2% della popolazione di 3 anni e più non pratica sport né attività fisica nel tempo libero. Le donne sono più sedentarie degli uomini (43,4% contro 34,8%).
    Per il periodo di rilevazione 2013-2016, la sedentarietà è significativamente più frequente in alcune categorie:

    • nella fascia di età più anziana (50-69 anni, 36,7%)
    • fra le donne (34,3%, contro il 30,6% tra gli uomini entrambe in aumento)
    • fra le persone con molte difficoltà economiche (41%)
    • fra quelle con un titolo di studio basso o assente (43,4%)
    • tra gli intervistati con cittadinanza straniera (34,5%). (Fonte: Istat, Indagine Aspetti della vita quotidiana)
  3. ALIMENTAZIONE
    Nel 2016 continua il leggero aumento della percentuale di persone che hanno l’abitudine di fare una colazione che può essere definita “adeguata” (81,7% della popolazione di 3 anni e più). Questo comportamento è più diffuso tra le donne (84,6% contro il 78,6% degli uomini). (Fonte: Istat, Indagine Aspetti della vita quotidiana). Sul consumo di frutta e verdura, inoltre, i dati 2013-2016 mostrano che in Italia

    • quasi la metà degli adulti di 18-69 anni (48,2%) consuma almeno 3 porzioni di frutta e/o verdura al giorno
    • meno di 1 italiano su 10 (9,6%) ne consuma almeno 5 (“five a day”). L’adesione a tale raccomandazione è leggermente più alta tra le donne (11,3% contro il 7,9% degli uomini). (Fonte: Sorveglianza PASSI – popolazione 18-69 anni)
  4. SOVRAPPESO E OBESITA’
    Dai dati 2013-2016 emerge

    • due adulti su cinque (42,7%) sono in eccesso ponderale
    • di questi, il 31,7% in sovrappeso (in leggero aumento) e il 10,5% obesi (in leggera diminuzione)
    • l’eccesso ponderale è significativamente più frequente
      • nella fascia di età più anziana (50-69 anni: sovrappeso 40,2%, obesi 15,7%)
      • fra gli uomini (40,2% sovrappeso e 11,2% obesi) rispetto alle donne (23,8% sovrappeso e 9,9% obese)
      • fra le persone con molte difficoltà economiche (rispettivamente: 34,7% e 16,5%)
      • fra quelle con titolo di studio basso o assente (rispettivamente: 42,3% e 22,5%).
      • con una maggiore diffusione nelle Regioni meridionali.
  5. ALCOL
    Il comportamento a rischio verso l’alcol è maggiore negli uomini rispetto alle donne: nel 2016 i comportamenti di consumo più a rischio, il consumo abituale eccedentario e il binge drinking (le sbronze) riguardano il 23,2 per cento degli uomini e il 9,1 per cento delle donne (15,9 per cento in media nazionale). Dai dati 2013-2016 risulta che il consumo alcolico a maggior rischio (consumo abituale elevato + consumo episodico eccessivo + consumo fuori pasto) è due volte più frequente tra gli uomini (22,3%) rispetto alle donne (11,5%). (Fonte: Sorveglianza PASSI – popolazione 18-69 anni)
    Livelli bassi nelle graduatorie dei consumi si trovano anche

    • per gli appartenenti al gruppo anziane sole
    • giovani disoccupati
    • italiani. (Fonte: Istat, Indagine Aspetti della vita quotidiana).
  6. FUMO
    I fumatori sono diminuiti passando dal 24% del 2002 al 19,8% del 2016 (-17,5%) riduzione più accentuata tra gli uomini che sono passati dal 31,3% al 24,8% (-20,7%) rispetto alle donne, passate dal 17,2% al 15,1% (-12,2%).
    Ampie sono quindi le differenze di genere:

    • l’abitudine al fumo di tabacco è più diffusa nelle fasce di età giovanili ed adulte
    • tra i maschi la quota più elevata si raggiunge tra i 25 e i 34 anni e si attesta al 33,5%
    • tra le femmine si raggiunge tra i 55-59 anni (20,4%). (Fonte: Istat, Indagine Aspetti della vita quotidiana)
    • dai dati del periodo 2013-2016 emerge che in Italia il fumo di sigaretta è più frequente fra le classi socioeconomiche più svantaggiate (meno istruiti e/o con maggiori difficoltà economiche) e negli uomini
    • il consumo medio giornaliero è di circa 12 sigarette
    • un quarto dei fumatori ne consuma più di un pacchetto
    • la variabilità regionale mostra in testa alla classifica delle Regioni con le più alte quote di fumatori alcune del Centro–Sud, come Umbria, Abruzzo, Lazio e Campania.
      Nel periodo 2013-2016 i tentativi di smettere riguardano il 36,6% della popolazione di età 18-69 anni più frequenti tra le donne (37,9%) rispetto agli uomini (35,6%) l’andamento è comunque in calo dal 42,4% del 2008 al 35,3% del 2016. (Fonte: Sorveglianza PASSI – popolazione 18-69 anni)

Dai dati prodotti nel periodo 2013-2016 emerge che ad eccezione della sedentarietà, le donne adottano mediamente stili di vita più salutari, sia per quanto riguarda le abitudini alimentari che il fumo e il consumo di alcol a maggior rischio

Domenica 22 Aprile: GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

“La lotta contro l’inquinamento causato dalle plastiche è diventata ormai una sfida mondiale – ha dichiarato Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente – Per aiutare l’ambiente e contrastare il problema del marine litter  l’Italia mantenga la sua leadership: promuova l’economia circolare, contrasti l’usa e getta e riduca l’uso eccessivo di acque in bottiglia”.

Bellissima l’infografica creata dall’ISTAT, che ci dà qualche dato riferito all’inquinamento in Italia:

Giornata-mondiale-della-terra-2018

Per questa giornata mondiale, mi sono riproposta di andare a lavoro più spesso possibile in bicicletta e bere meno acqua in bottiglia!

Lunedì 23 Aprile: GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE

Leggere è da sempre una mia grande passione e non posso trovare parole più belle di quelle espresse da Papa Francesco che parla della lettura come strumento per una società migliore:

tale circostanza possa costituire l’occasione per una più piena presa di coscienza sul significato che il libro, e più in generale la lettura, riveste per la costruzione di un mondo e di una società più giusta e fraterna

Devo condividere con te altre due chicche: un video di Marco Montemagno (influencer che si occupa di web, marketing, startup, ma anche di molti altri aspetti della vita che racconta sempre in modo semplice e brillante) e l’infografica creata a doc dall’ISTAT sui dati della lettura ed editoria in Italia!

Infografica ISTAT 2018: Giornata mondiale del Libro 2018

Che dire: per me sono stati moltissimi spunti su cui riflettere!

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

 

Vuoi vivere una vita col sorriso?

Queste sono 2 cose che puoi iniziare a fare subito (e gratis):
1. lava i denti 2 volte al giorno
2. segui il mio Canale Telegram (seleziono per te informazioni e risorse utili)

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Sono moglie e mamma di Sofia fissata con la prevenzione e le buone abitudini.
Suono il fagotto, pulisco denti, promuovo la salute, trasformo i sorrisi.