Ma io che dentifricio dovrei usare?

Il dentifricio è un prodotto che ci viene davvero in aiuto durante le manovre di igiene orale. Aumenta la capacità dello spazzolino di rimuovere più placca!

dentifricioAlcuni studi consigliano di usarlo dopo un accurato spazzolamento eseguito con il solo spazzolino asciutto! Questo perchè il senso immediato di freschezza che sprigiona, potrebbe portare ad abbreviare le manovre di spazzolamento.

Non so voi, ma io personalmente faccio molta fatica ad usare lo spazzolino asciutto!

Cosa fa il dentifricio? ›Deterge, lucida, rinfresca, deodora. Può anche diventare veicolo di alcuni principi attivi e allora diventa anche terapeutico.

Vi siete mai chiesti cosa contiene?

Se la risposta è no, qui sotto vi elenco gli ingredienti con qualche breve spiegazione:

  • Acqua! Ingrediente fantastico e universale.
  • Abrasivi: aiutano nella rimozione di pigmentazioni superficiali (per es: Silice, ossido di alluminio, fosfato di calcio…). Quantità: 20-40%
  • Detergenti o Tensioattivi: agenti schiumogeni che abbassano la tensione superficiale, cioè indeboliscono i legami che la placca ha creato col dente, in modo da poterne rimuovere di più (per es.: Lauryl solfato di sodio…). Quantità: 1-2%
  • Leganti o Addensanti: aumentano la consistenza della pasta dentifricia (per es: Silicati, gomme, alginato…). Quantità: 1-2%
  • Dolcificanti: migliorano il gusto, ma devono essere cariostatici! Si usano cioè dolcificanti non cariogeni (per es: ›sorbitolo, mannitolo, xilitolo…) Quantità: 1-3%
  • Umettanti e Conservanti: prevengono l’essicazione della pasta una volta aperto il tubetto e la sua conservazione nel tempo (per es: Sorbitolo, glicerina, parabeni…). Quantità: 20-30%
  • Coloranti: migliorano l’aspetto del dentifricio (per es: Ossido di titanio, clorofilla, coloranti usati nell’industria alimentare)

Ma attenzione!!!attenzione

La tendenza attuale dell’industria farmaceutica è di eliminare alcuni componenti discussi quali:

  1. PARABENI

  2. SODIO LAURYL SOLFATO

  3. BIOSSIDO DI TITANIO

perché imputati di tossicità e pericolosità per la salute!

Se ci fate caso, non sono altro che conservanti, coloranti e tensioattivi, quindi sono proprio quegli ingredienti che si stanno andando ad eliminare dai prodotti alimentari ai prodotti per l’igiene e cosmetica!

Per rispondere alla domanda iniziale, quindi non è sempre facile!

Voi che dentifricio usate di solito?

Ma mi serve qualche principio attivo particolare? Vado al supermercato o in parafarmacia-farmacia ad acquistarlo? Quanto dentifricio devo usare?

Allora continuate a seguirmi, perché vi devo ancora svelare molto altro sui dentifrici!

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

 

Vuoi vivere una vita col sorriso?

Queste sono 2 cose che puoi iniziare a fare subito (e gratis):
1. lava i denti 2 volte al giorno
2. leggi la mia Smileletter (seleziono per te informazioni e risorse utili)

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Musicista per passione e Igienista Dentale per vocazione, trasformo i sorrisi delle persone.