#11 La regola numero uno dell’igiene orale

Batteri
Da una domanda di un ascoltatore specialissimo, ecco la puntata di oggi che mi dà lo spunto per addentrarmi sempre di più nell’indispensabile regola dell’igiene orale.
Nella decima puntata del Podcast “La salute sorride” ho raccontato quali sono le tempistiche che servono per mantenere una buona igiene orale

Le nostre tempistiche seguono i tempi che hanno i batteri della bocca per aderire alla superficie dello smalto, che si ripete sempre uguale.

Dopo aver pulito i denti, che sia con l’igiene che facciamo a casa che sia con un’igiene professionale, i batteri incominciano ad aderire lentamente sulla superficie dei denti e a creare il famigerato biofilm batterico.

All’interno di questa struttura si organizzano.

Durante le prime ore di adesione alla superficie del dente, i batteri hanno comunque un’adesione molto debole.

La domanda chiedeva: “ma allora se io faccio uno sciacquo ogni due ore con acqua o collutorio riesco a evitare di spazzolare i denti?”

La risposta è NO.

Questo non è possibile perché dopo due ore sono arrivati i primi batteri detti Pionieri e con loro già uno sciacquo con il collutorio non è più sufficiente. Dovremmo sciacquarci molto molto prima e questo rende l’igiene difficile da replicare.

Il segreto di una buona igiene orale è quella di avere una tecnica e un’abitudine quotidiana che sia efficace e ripetibile: entriamo nel dettaglio

Sfruttando le conoscenze che abbiamo sull’adesione dei nostri batteri sui denti, si è scoperto che può essere sufficiente spazzolarsi 2 volte al giorno, rimanendo all’interno di un intervallo di tempo intorno alle 8-12 ore.

Sarà poi premura dell’operatore consigliare al paziente se eventualmente è indispensabile spazzolarsi di più.

Sicuramente non è possibile spazzolarsi di meno.

Il tempo diventa il fattore determinante
  • il tempo tra una spazzolata e l’altra
  • la durata, quindi il tempo che noi impieghiamo a spazzolarci
Perché scegliere lo spazzolino?

Perché anche se sappiamo che nelle primissime ore potrebbe essere sufficiente una pulizia eseguita anche solo con un dito/garzina, lo spazzolino può diventare uno strumento che ci consente di eliminare più placca grazie alla capacità delle setole di adattarsi meglio alla forma del dente.

Non dobbiamo poi dimenticarci che almeno una volta al giorno la pulizia del dente deve essere COMPLETA

La pulizia quindi deve prevedere anche la pulizia dello spazio tra dente e dente perché è uno spazio che la placca predilige.

Per cui poche semplici regole, ma assolutamente da rispettare.

Musica by Bensound

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Musicista per passione e Igienista Dentale per vocazione, trasformo i sorrisi delle persone.

X