Sbiancamento dentale: che cos’è?

Carissimi,

chi di voi non ha mai desiderato avere denti più bianchi?

Lo sbiancamento dentale permette di ottenere un sorriso più bianco e splendente e proprio sul sorriso si spendono bellissime parole da sempre:

– Un sorriso è una luce attraverso la finestra del tuo viso che dice alla gente che il tuo cuore è in casa. (Anonimo)

– E’ stato solo un sorriso, ed è costato poco darlo ma, come la luce del mattino, ha dissipato il buio e ha reso la giornata degna di essere vissuta. (F. Scott Fitzgerald)

– Tutti sorridono nella stessa lingua. (Anonimo)

– Non si è mai completamente vestiti senza un sorriso. (Martin Charnin)

Ultimamente però per avere denti bianchi si prova di tutto, acquistando i prodotti fai-da-te in internet, andando in farmacia o dall’estetista.

Quello che molti non sanno è che lo sbiancamento dentale è un trattamento odontoiatrico cosmetico e, proprio perché tale, regolamentato dalla legge italiana.

I trattamenti sbiancanti prevedono l’applicazione di un gel a base di Perossido di Idrogeno o Perossido di Carbamide.

L’ossigeno liberato dal gel, penetra nei prismi dello smalto permettendo al dente di schiarirsi.

I prodotti di sbianca­mento con Perossido di Idrogeno ≤ 0,1 %  pre­sente o li­berato:

può essere acquistato dal consumatore, ma la percentuale è talmente minima che l’effettiva efficacia del trattamento rimane davvero relativa.

I prodotti per lo sbianca­mento con Perossido di Idrogeno > 0,1 % ≤ 6 % pre­sente o li­berato:

sono considerati prodotti la cui vendita è destinata esclusiva­mente ai dentisti.

Per ciascun ciclo di utilizzo, la prima utilizzazione è riservata ai dentisti o deve avvenire sotto la loro diretta supervisione.

Se si procede con il trattamento domiciliare, in seguito il pro­dotto deve essere fornito al consuma­tore per completare il ciclo di utilizzo.

Per i prodotti sopra al 6% invece non ci sono indicazioni.

Seguono così le disposizioni della Dir. 93/42/CEE (direttiva Dispositivi Medici). Si tratta di sbiancanti che data la loro natura medica devono essere applicati sul paziente iniziando e concludendo il trattamento presso lo studio dentistico.

Sono sicuramente i prodotti con percentuali del 38 o 40% che permettono ai professionisti di poter fare lo sbiancamento professionale in studio, l’unico trattamento che permette di ottenere risultati rapidi, ma comunque sicuri.

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Musicista per passione e Igienista Dentale per vocazione, trasformo i sorrisi delle persone.

X