Chi sono?

Mi chiamo Elena e sono un’Igienista Dentale. Mi occupo della salute della bocca dei miei pazienti.

Se oggi faccio questo lavoro è perché ho sempre creduto che prendersi cura di sé e della propria salute sia un vero e proprio atto d’amore.

Ma non è stato sempre così!

Questa è la storia della mia vita.

Fino all’età di 13 anni tutto filava liscio: andavo a scuola, frequentavo il coro parrocchiale e suonavo il pianoforte.

Ho iniziato prestissimo ad accorgermi che la musica mi attirava come una calamita!

Durante il periodo delle elementari, andavo a lezioni private, suonavo in solitaria, ma ecco che arrivata alle medie, dopo un esame di ammissione, mi ritrovai nella classe ad indirizzo musicale che prevedeva lo studio anche di violino, chitarra e clarinetto!

E l’illuminazione: suonare con gli altri per me era davvero molto più bello!

In terza media mio papà mi portò ad un concerto ed ecco un’altra illuminazione: mi innamorai di uno strano strumento, il fagotto.

E qui comincia tutto… Ah, per la cronaca, il fagotto è questo:Fagotto

Nel quadro del pittore impressionista Edgar Degas, L’Orchestra dell’Opéra, il signore baffuto in primo piano è un fagottista.Degas_l'orchestre

Da quei fatidici 14 anni incominciò a manifestarsi negli altri la perplessità, curiosità e divertimento, rispetto molte delle cose che sono andata a fare in questi ultimi anni!

Alle superiori: “Ciao, cosa stai facendo in questo periodo, cosa stai studiando?”, mia risposta: “Studio all’indirizzo linguistico e suono il fagotto!”… silenzio… ” Ah, cioè? Quella specie di cornamusa, quella specie di tromba, è dritto, ma ha un beccuccio per suonare…” e così via…

Mi è sempre piaciuta l’idea che alla fine magari riuscivo a far conoscere un nuovo strumento al mio interlocutore! Non è che fossi sicura di farglielo capire al 100%, ma sicuramente l’avvento di internet mi ha agevolato il compito: ora clicco sul cellulare “fagotto immagini” e voilà: lui compare in tutta la sua bellezza!

Università: tasto dolente… essendo figlia di tutte le riforme universitarie che si sono susseguite dal 1999 al 2008, una genialata dopo l’altra, il mio percorso di studi è stato un po’ turbolento, costellato sempre e comunque da test ed esami di ammissioni, audizioni e concorsi.

  • “Studio Storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali allo IUAV di Venezia e suono il fagotto”… silenzio… perplessità… “Cioè?”
  • “Studio Lettere, o meglio il nuovo indirizzo triennale in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, e poi suono il fagotto”… “Ah bello! Ma poi troverai lavoro?”
  • “Mi sono diplomata in Fagotto a Mantova, ma ora sono sempre in giro per perfezionarmi, comunque ora il Conservatorio è diventata un’Università e sto frequentando il biennio di Specializzazione in Discipline Musicali”… “Ah bellissimo… ma ti pagano?”
  • Da una certa età in poi le domande dallo studio sono passate al lavoro: “Ma tu che lavoro fai?”, “Sono una musicista!”, “Sì, ma di lavoro… lavoro vero?”, “Sono una musicista! Viaggio per suonare, studiare e fare concerti!”, “Ah ok! Ma pensi di farlo ancora per molto? Ti riesci a mantenere?”

Ok. Arriva un’altra illuminazione perché mi innamoro di una professione sanitaria: l’Igienista Dentale! Trovo il suo profilo professionale interessante, un lavoro fondamentale perché si occupa di salute e prevenzione.

Ora: “Che lavoro fai?”, “Sono un’Igienista Dentale! Suono anche, perché sai, sono una fagottista!”

Silenzio. Poi: “Ah sì, cioè? Sei quella specie di signorina che aiuta il dottore? E il fagotto: che strumento è?” o peggio ancora: “Ah… come la Minetti!”

Ma allora! Mannaggia… dopo tutta questa fatica… va beh!

Oggi alla domanda: “Cosa fai di bello?”, rispondo: “Sono un’Igienista Dentale, promuovo la salute, trasformo i sorrisi e dono fiducia ai miei pazienti”.

Metto a disposizione questo blog per condividere con te la mia passione!

Poi suono anche, ma questa è un’altra storia…

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

PS: Nel frattempo ho iniziato a registrare un Podcast La salute sorride e ho attivato un canale Telegram per trasmettere quello che so a tutte le persone che vogliono scoprire nuovi aspetti della prevenzione. Se lo racconto, ovviamente la risposta è questa: “Cos’è un Podcast? e Telegram? Non li conosco, mai sentiti”.

Curriculum Vitae completo.

X