#41 Come comunicano i batteri tra loro: perché ci deve interessare?

I batteri comunicano tra di loro

I batteri: tu non li conosci e non li vedi. Ma sono sempre in giro, sussurrano, fanno piani segreti, costruiscono eserciti con milioni di soldati.

E quando decidono di attaccare, lo fanno tutti nello stesso momento.

I batteri vivono dappertutto. Alcuni fanno bene e alcuni ci fanno ammalare.

Una cosa è certa: non sono passeggeri passivi, ma sono incredibilmente importanti per noi.

Ci tengono in vita:

  • ci ricoprono come un’invisibile armatura che ci protegge dagli attacchi dell’ambiente esterno per mantenerci sani
  • digeriscono il cibo per noi
  • producono le nostre vitamine
  • educano il sistema immunitario a tenere lontano i batteri nocivi.

Per coordinare tutte le loro funzioni, devono essere in grado di organizzarsi e lo fanno proprio come noi umani: comunicando.

Non usano le parole, ma per comunicare tra di loro usano le molecole di segnalazione.

Quando i batteri sono pochi, questi segnali scorrono via, si perdono come parole dette al vento in mezzo ad un deserto.

Ma quando ci sono molti batteri, queste molecole si accumulano e i batteri cominciano a capire che non sono soli.

Questa loro capacità di capire chi c’è e come coordinare una nuova azione prende il nome di quorum sensing.

I batteri sono dentro di noi, aspettano, cominciano a riprodursi, lanciano queste molecole come segnali che li aiutano a fare la conta e quando capiscono che sono un buon numero, decidono l’attacco.

Senza protestare e tutti d’accordo, attaccano insieme.

Impara a trattare bene i batteri buoni e a tenere a bada il numero dei batteri cattivi.

Questo è possibile anche con un’azione banale come la pulizia dei denti che fai tutti i giorni.

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Sono moglie e mamma di Sofia fissata con la prevenzione e le buone abitudini.
Suono il fagotto, pulisco denti, promuovo la salute, trasformo i sorrisi.