#20 Perché l’abrasività del dentifricio è importante.

L’abrasività del dentifricio è determinata da composti che aiutano lo spazzolino a rompere meglio la placca batterica.

Nei dentifrici sono spesso presenti (dal 20 al 60%) mix di più abrasivi che permettono di pulire e lucidare bene i denti.

Cos’è l’abrasività del dentifricio?

L’abrasività è

la capacità di un dentifricio di portare via parte dei tessuti duri del dente.

Questa caratteristica, se eccessiva, durante lo spazzolamento può portare a un processo di usura delle strutture dure del dente: lo smalto e la dentina.

Se la struttura del dente è già minata dalla presenza di lesioni di varie origini (per es. erosioni da alimenti acidi, recessioni gengivali, carie ecc.) potrà essere ancora più indebolita da un elevato potere abrasivo del dentifricio.

A cosa serve l’abrasivo in un dentifricio?

Nella pratica di tutti i giorni, l’obiettivo dell’abrasivo è quello di:

  • aiutare lo spazzolino a rompere più placca
  • eliminare le macchie esterne che si trovano sulla superficie dello smalto
  • ridurre il numero di batteri
Come si misura l’abrasività?

Il potere abrasivo è di solito espresso da 2 parametri:

  1. RDA (Radioactive Dentin Abrasion), che misura il potere abrasivo sulla DENTINA
  2. REA (Radioactive Enamel Abrasion) che misura l’abrasività sullo SMALTO

Questi valori indicano la quantità di dentina o smalto portati via dal dentifricio preso in esame.

Di solito si prende come riferimento il valore di RDA, perché la dentina è più delicata e si abrade 30 volte più velocemente dello smalto.

Più è basso il valore di RDA, più è basso il potere abrasivo del dentifricio.

I valori di RDA

I valori di RDA sono classificati così:

  • da 0 a 50, bassa abrasività. Generalmente consigliata per pazienti con denti sensibili.
  • da 60 a 100, media abrasività
  • da 101 a 120, moderata abrasività. Indicata per pazienti con dentatura sana e smalto integro.
  • da 121 a 200 e oltre, alta abrasività

L’abrasività moderata o alta (RDA oltre i 101) è tipica dei dentifrici erroneamente commercializzati come dentifrici sbiancanti

Per questo motivo si sconsiglia di usarlo tutti i giorni: per precauzione e per tutelare lo smalto andrebbero usati 1-2 volte alla settimana.

La Grace GmbH, ditta tedesca che si occupa di prodotti chimici e materiali, ha condotto uno studio sui dentifrici disponibili in commercio.

Questa ricerca ha messo in evidenza due cose importanti:

  1. il valore di RDA dei dentifrici reperibili sul mercato europeo varia da 0 a 250
  2. esiste una chiara distinzione tra i valori di abrasività dei dentifrici destinati al largo consumo e quelli più specifici indicati per persone con problematiche particolari, come per es. l’ipersensibilità.

L’azione dello spazzolino unita a quella del dentifricio ha un’azione abrasiva sullo smalto e la dentina.

Poni attenzione ai prodotti che acquisti e che usi tutti i giorni.

Musica by Bensound.com

Un abbraccio,

Dott.ssa Elena

A proposito dell'autore Guarda tutti i post Sito web dell'autore

Elena Bizzotto

Musicista per passione e Igienista Dentale per vocazione, trasformo i sorrisi delle persone.

X